Jenufa alla Staatsoper Unter den Linden

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
marco_
Messaggi: 552
Iscritto il: 21 gen 2018 14:19

Jenufa alla Staatsoper Unter den Linden

Messaggio da marco_ » 22 mag 2022 20:53

Capita di rado, personalmente nemmeno tutti gli anni: il miracolo incontrare l’arte in tutte le componenti di un’opera (direttore, orchestra, solisti, allestimento). Stasera ho avuto questo privilegio.

Grato anzitutto a Guggeis, non tra i migliori direttori under 30 ma semplicemente tra i migliori direttori di oggi. Lo è per il prendersi rischi nelle richieste all’orchestra, per i colori inusitati, per spaziare ogni estremo di agogica e dinamica pur sprigionando eleganza, per il senso drammatico innato. Un pezzo come Jenufa assume così richiami straussiani nello scorrere quasi liquido delle emozioni melodiche (la supplica di Kostelniča a Števa, ancora di più la paralizzante Ave Maria), e anticipa fin’anche Stravinskij nei ritmi. La Staatskapelle Berlin si riconferma una delle poche orchestre dotate di intelligenza, infatti coglie al volo lo spirito di Janáček nelle intenzioni di Guggeis, piegando il suo suono idiomatico, caldo e ricco, a dettagli e accelerazioni che farebbero scomporre quasi ogni altra compagine. Unici per mettere davanti la musica e l’espressione rispetto a sterili esibizioni di tecnica e di bel suono. Splendido stasera lo smalto degli archi, inarrivabili quelli acuti nella loro pasta che si fa quasi palpabile (e che classe la trentenne spalla coreana!) e perfetti quelli gravi nell’intensità intrisa di aplomb. Basterebbe questo per farne una serata memorabile, e ripagare di fatica e viaggio, ma andiamo avanti.

Il cast sfodera tre glorie: Grigorian, Herlitzius, Schwarz. La prima, oggi al suo debutto in questa sala, mi appare sempre più divina, perché potrebbe non cantare e per come cammina e muove le mani avrebbe risolto perfettamente il personaggio. In questo ruolo gioca con sfumature dolci e delicate, la sua voce veleggia tra le asperità della tessitura come fosse un brano per studentesse, e ne esce una ragazza trasognata che si fa man mano ultraterrena. Così giustifica il perdono convinto per l’omicidio del figlio. Il tappeto sonoro già citato nell’Ave Maria, unito alla sua voce e al suo incedere lento, ne fanno uno dei vertici dei miei ricordi di appassionato. La Herlitzius dipinge una matrigna appassionata, poi torturata, infine esaurita in mente e corpo. Giganteggia in scena e vocalmente, indimenticabile quando si inginocchia come pietrificata mentre Jenufa ne canta il perdono. Ho preferito senza esitazioni la Stemme nello stesso ruolo qualche mese fa a Vienna, per una resa del dramma più interiore e sfumata, come da tragedia greca, ma averne di alternative così! In comune con lo spettacolo viennese la Schwarz, che non interpreta la Buryjova perché la vive, con quella concretezza verso la vita unita a dolcezza comprensiva possibili solo a chi è invecchiato bene. Notevole il resto del cast, non a questi livelli ma ottimo; cito il Laca a tutto tondo di Rügamer, lo Jano trascinante della Randem.

Termino con l’allestimento di Michieletto: riduce all’osso i nodi del dramma, e dice il massimo con solamente una coperta rossa che Jenufa prima ricava e poi disfa in gomitolo di lana, un blocco di ghiaccio che Steva taglia e spacca come la verginità della ragazza e prefigura l’annegamemto del bimbo sin dalla prima scena, candele e panche per inginocchiarsi. Pochi movimenti, curati nei dettagli come fossero monologhi di prosa.



Avatar utente
UltrasFolgoreVerano
Messaggi: 16961
Iscritto il: 23 dic 2001 21:42
Località: Verano Brianza (MI)
Contatta:

Re: Jenufa alla Staatsoper Unter den Linden

Messaggio da UltrasFolgoreVerano » 22 mag 2022 21:12

Mamma mia che cast!!! T’invidio tantissimo!

pbialetti
Messaggi: 630
Iscritto il: 24 mar 2011 09:45
Località: Berlino

Re: Jenufa alla Staatsoper Unter den Linden

Messaggio da pbialetti » 22 mag 2022 21:17

C‘ero anch’io e sottoscrivo tutto.

Avatar utente
paperino
Messaggi: 17225
Iscritto il: 25 set 2003 08:17
Località: Firenze

Re: Jenufa alla Staatsoper Unter den Linden

Messaggio da paperino » 27 mag 2022 19:46

Se non sbaglio la riprenderanno l'anno prossimo con lo stesso cast ma con Nánási sul podio. Potrei farci un pensierino.
La conversazione languiva, come sempre d'altronde quando si parla bene di qualcuno (Laclos/Poli).

otorino
Messaggi: 145
Iscritto il: 25 lug 2013 00:18

Re: Jenufa alla Staatsoper Unter den Linden

Messaggio da otorino » 27 mag 2022 20:46

Credo manacorda

Avatar utente
paperino
Messaggi: 17225
Iscritto il: 25 set 2003 08:17
Località: Firenze

Re: Jenufa alla Staatsoper Unter den Linden

Messaggio da paperino » 27 mag 2022 21:36

otorino ha scritto:
27 mag 2022 20:46
Credo manacorda
Sì, Manacorda. Hai ragione.
La conversazione languiva, come sempre d'altronde quando si parla bene di qualcuno (Laclos/Poli).

pbialetti
Messaggi: 630
Iscritto il: 24 mar 2011 09:45
Località: Berlino

Re: Jenufa alla Staatsoper Unter den Linden

Messaggio da pbialetti » 27 mag 2022 22:01

Sarà interessante. Manacorda è molto apprezzato con la sua Kammerakademie Potsdam e ha recentemente esordito con i Berliner Philharmoniker facendo un’ottima Incompiuta di Schubert. Se non sbaglio, anche nella prossima stagione ci sarà la Grigorian.

Avatar utente
paperino
Messaggi: 17225
Iscritto il: 25 set 2003 08:17
Località: Firenze

Re: Jenufa alla Staatsoper Unter den Linden

Messaggio da paperino » 27 mag 2022 22:03

pbialetti ha scritto:
27 mag 2022 22:01
Sarà interessante. Manacorda è molto apprezzato con la sua Kammerakademie Potsdam e ha recentemente esordito con i Berliner Philharmoniker facendo un’ottima Incompiuta di Schubert. Se non sbaglio, anche nella prossima stagione ci sarà la Grigorian.
Sì il cast è lo stesso.
La conversazione languiva, come sempre d'altronde quando si parla bene di qualcuno (Laclos/Poli).

daphnis
Messaggi: 2403
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: Jenufa alla Staatsoper Unter den Linden

Messaggio da daphnis » 27 mag 2022 22:04

Ragazzi non confondiamo. Guggeis e' oro. L'altro nominato....

marco vizzardelli

pbialetti
Messaggi: 630
Iscritto il: 24 mar 2011 09:45
Località: Berlino

Re: Jenufa alla Staatsoper Unter den Linden

Messaggio da pbialetti » 28 mag 2022 13:02

Questi giudizi assoluti lasciano il tempo che trovano. Guggeis qui sono anni che dirige di tutto: è giovane e ha grande talento ma non è che abbia sempre ascoltato serate indimenticabili. Manacorda è un ottimo professionista e quando l’ho sentito l’ho sempre apprezzato. Poi se Janacek è nello sue corde lo scopriremo più avanti.

Rispondi